Laicato domenicano

Comunità Domenicana di Bergamo

Alcuni amici che hanno vissuto il carisma di Domenico nella santità laicale:

◘ S. Caterina da Siena, patrona d’Italia, compatrona d’Europa e dottore della Chiesa

◘ S. Zdislava, Boemia (+1252) madre di famiglia ◘ S. Rosa da Lima, Perù (1586-1617) prima Santa e patrona delle Americhe; patrona anche delle Filippine

◘ B. Alberto da Villa d’Ogna BG (+ Cremona 1279) penitente, contadino

◘ B. Osanna da Mantova, (1449-1505) mistica della passione; fu reggente del Ducato

◘ B. Osanna di Cattaro, Croazia (Montenegro 1493 – Cattaro 1565) ortodossa; convertita; domestica; spirito ecumenico

◘ B. Adriano Fortescue, inglese (1436-1539), martire; amico di Tommaso Moro

◘ Santi e Beati giapponesi, martiri: Beato Luigi Yakisci, (+Nagasaki 1622), bruciato vivo: vide decapitati la moglie e i due figli

◘ Benoîte Rencurel, francese (1647-1718) veggente delle apparizioni del Laus (Francia)

◘ B. Marie Poussepin, francese (1653-1744) laica poi consacrata; fondatrice di una congregazione domenicana caritativa

◘ Maria Clotilde Adelaide di Savoia, francese (+ Napoli 1802) sorella di Luigi XVI, ghigliottinato; regina di Sardegna

◘ Santi martiri del Vietnam: S.Giuseppe Pietro Uyen (1775-1830) martire; catechista

◘ Giovanni Acquaderni, (BO 1839 – 1922) con Mario Fani nel 1867 fondò l’Azione Cattolica

◘ B. Bartolo Longo, (BA 1841 +Pompei 1926) fondatore della nuova Pompei

◘ B. Piergiorgio Frassati, (TO 1901-1925) giovane ingegnere; definito “uomo delle otto beatitudini” da Giovanni Paolo II

◘ Raffaele Elia, (AN 1884 – RM 1981) Azione Cattolica; deputato

◘ Giorgio La Pira, (CT 1904 – FI 1977) docente universitario; deputato; sindaco santo

◘ Aldo Moro, (LE 1916 – RM 1978) presidente del Consiglio; ucciso dalle Brigate Rosse.

VITA DI FRATERNITA

I laici domenicani, oggi come allora, sono uomini e donne capaci di vivere il loro tempo in sintonia col Creatore, nello spirito di Domenico. Siamo uomini e donne che operiamo nella vita quotidiana alla Luce della Parola di Dio. Parola che ogni giorno ascoltiamo nell’Eucarestia, nella celebrazione delle Lodi e dei Vespri e che si fa memoria nella recita del Santo Rosario.

A noi è chiesto di essere testimoni ovunque della libertà che è data a chi vive il Vangelo, a chi lo incarna nella propria vita anche grazie allo studio e alla formazione: impegni che Domenico volle per i suoi frati per essere preparati portatori della parola di Dio.

I momenti della condivisione nella Fraternita, il luogo per l’incontro e la formazione, per mettere a frutto e a disposizione gli uni degli altri la propria esperienza di vita con quanto ognuno sa fare, per quanto può dare e dove rilevante è l’impegno di chi prega a sostegno di chi opera. Ognuno porta tutto di sé, affinché tutti insieme possiamo fare meglio e di più per la società in cui viviamo.

INCONTRI COMUNITARI

La domenica del mese dalle ore 9 presso il monastero di Matris Domini in Via Locatelli 77 a Bergamo: giornata di formazione e spiritualità.

Il 3° giovedì del mese alle 16,15 nella chiesa di San Bartolomeo, cappella del Santo Rosario, incontro di preghiera in particolare per le vocazioni domenicane: celebrazione della Santa Messa, recita dei vespri e del santo rosario, adorazione e benedizione eucaristica.

FRATERNITA LAICA S. DOMENICO BERGAMO

P. Silvestro Vernier op, assistente

035-3832423

Presidente: Antonio Brignoli

contatti: Lina Panarese, 035-933308

 LAICI DI S. DOMENICO

sono quei fedeli che, battezzati nella Chiesa Cattolica o in essa accolti, cresimati e nella piena comunione di fede (sacramenti e governo ecclesiastico), sono stati chiamati per singolare vocazione a tendere alla vita cristiana e ad animare le cose temporali tramite il carisma di S. Domenico. Per essere incorporati all’Ordine dei Predicatori del quale pienamente partecipano la missione apostolica, essi emettono la promessa nella formula prevista dalla Regola.

Solo con la promessa si attua l’ingresso nel ramo laico dell’Ordine, denominato Fraternite laiche di S. Domenico (Statuti delle Fraternite laiche di San Domenico – Dichiarazioni generali del Maestro dell’Ordine, Fr. Carlos Alfonso Azpiroz Costa OP del 15 novembre 2007).

Nella Costituzione fondamentale dei Laici domenicani si legge che essi si contraddistinguono in modo peculiare nella Chiesa, sia per la propria vita spirituale sia per il servizio di Dio e del prossimo.

Quali membri dell’Ordine ne partecipano la missione apostolica con lo studio, la preghiera e la predicazione, secondo la condizione propria dei laici.

Fanno parte dell’Ordine domenicano e, con gli altri ceti dell’Ordine (Frati, Monache e Suore), costituiscono un’unica famiglia, la FAMIGLIA DOMENICANA.

Galleria

La galleria immagini del gruppo